Siena: il palio di Luglio va all’Onda




Siena | Gabriele Marazzi | 4 luglio 2012 alle 02:08


Non si è ancora finito di festeggiare che a Siena è di nuovo febbre da Palio. Il Palio di Siena si svolge due volte l’anno: il 2 luglio si corre il palio dedicato alla Madonna di Provenzano, mentre il 16 agosto la gara è in onore della Madonna Assunta.

E’ una competizione fra le contrade di Siena che si svolge a Piazza del Campo e trova le proprie origini, come giostra equestre, nel periodo medievale. Un momento che riassume in sé il folklore e le tradizioni della terra senese.

Quest’anno per la Provaccia, ossia la prova generale della corsa che permette a fantini e cavalli di prendere confidenza con la realtà della pista, la vittoria era andata al Bruco ma la superstizione senese insegna che chi vince la Provaccia, solitamente, non vince il Palio.

Questo 2 luglio, infatti, il Palio è stato vinto dalla contrada dell’Onda grazie a Luigi Bruschelli, detto Trecciolino, in sella a Ivanov.

Nonostante alcune difficoltà con Ivanov al primo San Martino, la strategia e la corsa si son rivelate eccezionali.

Oltre all’Onda ed al Bruco, le altre contrade che si son contese il Palio di Provenzano sono state: Giraffa, Leocorno, Selva, Acquila, Nicchio, Chiocciola, Drago, Tartuca.

Ad ogni Palio, infatti, partecipano solo dieci contrade tra le diciassette totali. Concorrono di diritto le sette Contrade che, il precedente anno, non hanno corso il Palio corrispondente (Provenzano o Assunta). Le tre contrade rimanenti vengono estratte a sorte un mese prima del Palio: l’ultima domenica di maggio per il Palio di Provenzano e la prima domenica dopo il Palio di luglio per il Palio dell’Assunta.

Le altre sette contrade, invece, partecipano all’estrazione per stabilire l’ordine di sfilata nel Corteo storico e saranno quelle che parteciperanno al Palio dell’anno successivo. La partenza è un momento entusiasmante ma di grande tensione.

Il Palio viene vinto dal cavallo che, con o senza fantino in sella, abbia compiuto per primo tre giri, in senso orario, di Piazza del Campo.

Il premio per la Contrada è il Palio (o Drappellone o Cencio), stendardo rettangolare di seta dipinto a mano. Il Palio di Siena richiama tanti appassionati e turisti. I posti per vedere il Palio dalle finestre, dai terrazzi, dai balconi delle case e degli alberghi di Piazza del Campo sono quasi impossibili da trovare ad hanno sempre dei costi esorbitati.

La soluzione ottimale è probabilmente quello di cercare un agriturismo in Toscana, non distante dalla manifestazione ma, allo stesso tempo, immerso nelle splendide rosse colline senesi.

Tags: , , ,

Ti è piaciuto questo articolo? CONDIVIDILO!


Toscana su Facebook: ti piace? Sottoscrivi il nostro feed RSS

Citycool su Facebook





Articolo scritto da Gabriele Marazzi

Gabriele Marazzi Gabriele Marazzi si occupa di social media e web marketing
Sito: http://webmarketing.olo-service.com/


Lascia un commento